Ginnastica Mentale®

Benvenuto al primo blog sulla ginnastica mentale®

Multitasking, realtà o fantasia?

Rispondere al telefono e intanto scrivere al computer; leggere un documento mentre si partecipa ad una riunione, scrivere una relazione e tener d’occhio le email ecc. è ciò che chiamiamo “multi-tasking”, la modalità di lavoro che comporta un’insidiosa quanto rilevante perdita di efficienza lavorativa e di rendimento.

Nonostante le tecnologie consentono di accelerare i tempi, in realtà di tempo ne abbiamo sempre meno. Così, per ottimizzare quello a disposizione, tendiamo a svolgere più compiti insieme. Ma questa modalità è insolita per il cervello e lo mette in crisi, poichè per millenni si è evoluto facendo una o poche attività per volta».

Il Sistema Attentivo Supervisore”, una sorta di ‘cabina di regia’ posta dietro la fronte, deve spostare rapidamente il focus da un compito all’altro. Questo continuo shift tra i diversi compiti comporta un “periodo refrattario” in cui la rapidità di esecuzione viene notevolmente rallentata. Sommando questi continui micro-intervalli, si possono accumulare fino a 2 ore al giorno di inattività, ossia il 25% della giornata lavorativa, che a conti fatti costa all’impresa circa 25 euro/giorno per dipendente”.

E’ possibile ottimizzare il lavoro anche in condizioni di multi-tasking e multi-shifting? La risposta è affermativa. Se proprio non possiamo farne a meno, allora potenziamo le aree cerebrali e le relative funzioni cognitive. Potenziare la capacità di concentrazione con appositi training cognitivi fatti da specialisti esperti, rendendo più veloci e precise le operazioni mentali, con sensibile incremento della produttività e conseguente riduzione dei costi aziendali.

About

View all posts by

POST A COMMENT

You must be logged in to post a comment.